< Terapie

Rischi terapeutici della fecondazione assistita

Quel che c’è da sapere sui trattamenti

E-mail: info@procrea.ch | Tel.: +41 91 924 55 55 | Dall'Italia senza costi aggiuntivi: +39 02 600 630 41

ProCrea è specializzato nei trattamenti per la fecondazione assistita e mette a disposizione di ogni coppia un team di 50 tra addetti e medici per offrire un servizio completo, di altissima qualità umana, tencica e scientifica.

LA PAZIENTE
Per la paziente, la complicazione principale che può verificarsi è l’iperstimolazione ovarica. Le sue origini sono ancora sconosciute: si manifesta in maniera sporadica e spesso lieve, con sintomi quali la distensione addominale, nausea e ingrossamento delle ovaie. I rischi operatori legati al prelievo di ovociti sono rari e modesti, così come sono estremamente limitati i rischi legati a sedazioni e anestesie.

IL FETO
Per il feto, alcuni studi evidenziano un’incidenza degli aborti spontanei superiore nelle gravidanze dovute a fecondazione assistita. Questa è dovuta spesso all’età della paziente o a sue patologie pregresse. Più embrioni si trasferiscono all’interno dell’utero, ai fini di incrementare le possibilità di un concepimento, più aumentano le possibilità di una gravidanza multipla. Per questo il protocollo ProCrea trasferisce un massimo di due embrioni per ciclo.

IL BAMBINO
Persiste il timore che i bambini nati tramite fecondazione assistita siano più a rischio di malformazioni, a causa dell’alterazione cromosomica che può essere indotta dalla manipolazione dei gameti, che potrebbe dar luogo a un feto imperfetto. Si tratta di un rischio minimo, come certificano numerosi dati scientifici.

CONTATTA PROCREA
   
E-mail*

Numero di telefono
 
Messaggio*

In esecuzione dell'art.13 del D.Lgs. 196/2003 recante disposizioni sul nuovo 'Codice in materia di protezione dei dati personali', inoltrando il presente modulo, il Richiedente dà il proprio consenso al trattamento dei propri dati personali per la divulgazione di materiale pubblicitario.